Pagine

giovedì 27 febbraio 2014

Atti del settimo congresso internazionale dei linguisti del 1952. Tra gli organizzatori il prof. J.R.R. Tolkien



Proceedings of the seventh International Congress of Linguistis
London, 1-6 september 1952
General Editor: F. Norman
Assistant Editor: P.F. Ganz
Stampato da Titus Wilson, pp. 575
Pubblicato da The VIITH International Congress of Linguists at King’s College
Distribuito da International University Booksellers Ltd.
London, 1956
Rilegato


Note
Pubblicato sotto l’auspicio del C.I.P.L. – Permanent International Committee of Linguists, con l’assistenza dell’U.N.E.S.C.O.


Il volume presenta gli Atti del settimo congresso internazionale dei linguisti tenutosi a Londra dal 1 al 6 settembre 1952. Congresso che vede il patrocinio di Sua Maestà la Regina.



Anche se citato nel Comitato organizzatore "Prof. J.R.R. Tolkien, M[aster of]. A[rts], il professor Tolkien non prese parte al Congresso come si legge in una sua lettera del 29 agosto 1952 indirizzata a Rayner Unwin:

«Mi piacerebbe venire a Londra, anche solo per vedere te e conoscere tua moglie. Ma ho rinunciato anche al Settimo Congresso internazionale dei linguisti (1 settembre), di cui sono un dirigente - il tempo è così poco, e sono stanco. Ho in cantiere non solo i "grandi lavori", ma il lavoro, in ritardo, che stavo finendo a Cambridge (l'edizione di Ancrene Wisse); la lezione su W.P. Ker a Gasglow; Sir Gawain e nuove lezioni!»
C. Carpenter, Lettere, Bompiani, Milano, 2001, n. 134, p. 187



Info
Congressi di linguisti nel quale vengono trattati tutti i temi legati alla scienza linguistica, i principali problemi, le tendenze della linguistica come: storico-comparativa, strutturali e matematici, psicolinguistica e sociolinguistica.

Il primo congresso internazionale dei linguisti si è tenuto a L'Aia nel 1928, il secondo a Ginevra nel 1931, il terzo a Roma nel 1933, il quarto a Copenaghen nel 1936, il quinto a Bruxelles nel 1939, il sesto a Parigi nel 1948, il settimo a Londra nel 1952, l’ottavo a Oslo nel 1957, il nono a Cambridge nel 1962, il decimo a Bucarest nel 1967, e l’undicesimo a Bologna nel 1972. A partire dal 1928, i congressi sono stati sponsorizzati dall’Association of Linguistics e dalle associazioni nazionali dei linguisti dei paesi in cui si sono svolti i congressi. Dal 1950, i congressi linguistici sono stati organizzati dal UNESCO’s International Council for Philosophy and Humanistic Studies. Dal settimo congresso nel 1952, si sono avuti ogni cinque anni anziché tre.


Il volume presenta, in terza di copertina, una tasca con all'interno 9 tavole fuori testo.


Il testo raccoglie gli interventi delle sei giornate di congresso che vede riuniti linguisti provenienti quarantuno paesi dei sei continenti. Tra questi non potevano mancare gli italiani.