sabato 8 aprile 2017

È tempo di Tolkien a Tempo di Libri, Fiera Milano Rho (19-23 aprile)


Tempo di Libri è il Festival dell’editoria italiana che conta 524 espositori distribuiti in due padiglioni della Fiera Milano Rho (35mila metri quadrati complessivi) e quasi 2000 autori protagonisti di centinaia di appuntamenti distribuiti nell’alfabeto speciale di 27 lettere che si alterneranno nelle 17 sale adibite agli incontri della Fiera e un auditorium da 1000 posti per gli ospiti più attesi.
A scandire tempi e luoghi, lo speciale alfabeto tematico composto da:
ventisei lettere, ventisei parole chiave, ventisei tag (più una, @) che faranno da bussola a incontri e tavole rotonde, con grandi ospiti italiani e internazionali. E l’alfabeto diventerà la chiave e il metodo attraverso cui leggere tutta Tempo di Libri. Una fiera che vuole assomigliare al lettore e dunque avanza per temi e appuntamenti. Nell’alfabeto tematico di Tempo di Libri ci saranno alcuni anniversari, contraddistinti da altrettante lettere, da Jane Austen al Grand Tour, da Totò allo Hobbit, e poi la lettera M, per la Città di Milano.

è Tempo di “Tolkien in Italia”

E sotto la lettera H di Hobbit, diversi saranno gli appuntamenti dedicati alla vita, alle opere e ai temi cari a John Ronald Reuel Tolkien.

Ad inaugurare la serie di appuntamenti, la presentazione di Tolkien e l’Italia (Il Cerchio, 2016) in programma mercoledì 19 aprile alle ore 13:30 all’interno del Padiglione 4 Caffè Garamond ovviamente  LETTERA H come Hobbit

Assieme all’autore, Oronzo Cilli, anche l’editore Adolfo Morganti.  

Questa la presentazione sul sito di Tempo di Libri:
Grazie a un lavoro di ricerca durato cinque anni, che ha riportato alla luce un gran numero di inediti provenienti da archivi italiani e inglesi, l’autore ricostruisce la storia editoriale delle opere di Tolkien in Italia e il rapporto tra l’autore de Lo Hobbit e del Signore degli Anelli e il nostro Paese. Dai rifiuti di Mondadori nel 1955 e 1962, alla pubblicazione con Astrolabio, dalle testimonianze dirette dei protagonisti italiani, all’adesione decennale di Tolkien alla Oxford Dante Society.
Ad impreziosire questo importante studio, vengono pubblicate le pagine inedite in Italia del DIARIO che J.R.R. Tolkien scrisse durante il suo viaggio del 1955.

Sempre mercoledì 19, alle 17:00Claudio Testi, presenterà Tolkien e la reincarnazione degli Elfi (Marietti). Questo evento non è inserito nel programma ufficiale - per questo non lo troverete indicato nel sito e sui programmi - ma si terrà presso lo stand UELCI nel padiglione 2, H25 K26.

Gli altri appuntamenti ufficiali in programma per la voce H, invece, sono: 
Dei, eroi e altri miti con Matteo Nucci, Paola Mastrocola, Giorgio Ieranò e Alessandro Giammei (21/4, 14:30); Infiniti e altri infiniti, con Licia Troisi, Paolo Zellini e Alessandro Giammei (22/4, 13:30); Mitologie, terre di mezzo e altri giochi di ruolo, con Michela Murgia, Alessandro Giammei, Fabrizio Gagliarducci e Vanni Santoni (23/4, 18:30) Lo spazio del sogno: Penelope e Achille, con Valentina Carnelutti e Matteo Nucci, Le lacrime degli eroi, Einaudi (23/4, 17:30) e infine Ritorno a Dune con Edoardo Nesi e Vanni Santoni (23/4, 14:30).

QUI tutti gli appuntamenti e le informazioni.

Gli organizzatori


Tempo di Libri è una manifestazione organizzata da La Fabbrica del Libro, joint venture costituita da Fiera Milano e da Ediser, società di servizi dell’Associazione Italiana Editori. AIE, con i suoi 148 anni di storia e di esperienza, e Fiera Milano, terzo operatore al mondo nel settore fieristico, hanno messo insieme le loro energie e la loro esperienza per creare e mettere in rete in modo nuovo gli eventi di promozione del libro e della lettura. L’AIE – Associazione Italiana Editori è nata nel 1869 con il nome di Associazione Libraria Italiana, ed è la più antica associazione di categoria italiana: fondatrice e aderente a Confindustria, rappresenta gli editori italiani e quelli stranieri attivi nel nostro Paese, coprendo oltre il 90% del mercato librario italiano. Con i suoi 148 anni di esperienza, l’Associazione Italiana Editori si prefigge di tutelare gli editori e favorirne la crescita professionale, di promuovere lo sviluppo di un mercato editoriale dinamico e innovativo, e di contrastare i fenomeni d’illegalità e mancato rispetto del diritto d’autore. È inoltre impegnata nella promozione di iniziative per la diffusione della lettura e nel sostegno ai processi di internazionalizzazione delle imprese e della cultura italiana nel mondo.

Il comunicato ufficiale
Mancano meno di due settimane all’apertura della prima edizione di Tempo di Libri, la nuova Fiera Nazionale dell’Editoria promossa da La Fabbrica del Libro, che si svolgerà a Fiera Milano Rho dal 19 al 23 aprile 2017. Il conto alla rovescia è entrato nella sua fase più calda e da oggi, venerdì 7 aprile, gli appassionati di libri e lettura hanno a disposizione un nuovo strumento per costruire la propria esperienza in Fiera: il programma completo della manifestazione. Disponibile qui, è una guida preziosa per esplorare il ricco calendario di Tempo di Libri, basato sulla partecipazione di 524 espositori (l’elenco è consultabile qui) e circa 2000 autori ospiti, protagonisti di centinaia di appuntamenti distribuiti nell’alfabeto speciale di 27 lettere e ospitati nelle 17 sale adibite agli incontri della Fiera (per gli eventi più attesi ci sarà anche un auditorium da 1000 posti).

Da oggi il pubblico potrà quindi iniziare a programmare il “proprio” Tempo di Libri, scegliendo nella estrema varietà di incontri, tavole rotonde, reading, spettacoli, lectio, interviste e ritratti che riflettono i molteplici volti dell’editoria italiana. Sul programma online si potrà per esempio segnare gli appuntamenti con i grandi ospiti internazionali: da Irvine Welsh (che condurrà i visitatori in un viaggio nel tempo con destinazione Trainspotting) a Mohsin Hamid (l’autore del bestseller Il fondamentalista riluttante, attesissimo con il nuovo romanzo Exit West), da RJ Palacio (la creatrice di Wonder, protagonista nello spazio ragazzi) a Edna O’Brien (la decana delle scrittrici irlandesi). Ma l’elenco è davvero molto lungo e comprende il poeta siriano Adonis, Brit Bennett, Claire Cameron, Javier Cercas, Tom Drury, Ildefonso Falcones, David Grossman, Ayelet Gundar-Goshen, Lesley Lokko, Liza Marklund, Jamie McGuire, Natasha Pulley, Jessica Schiefauer, Abraham Yehoshua, lo storico della psichiatria Sonu Shamdasani, la sociologa Orna Donath.

Ci sarà naturalmente anche tanta Italia: fin dalla mattina del primo giorno, in cui andrà in scena il racconto alternativo del nostro paese, tra gioventù bruciate e orizzonti di speranza, con Roberto Saviano e Marco Damilano. Tempo di Libri ospiterà i principali narratori italiani contemporanei: sei premi Strega come Maurizio Maggiani, Margaret Mazzantini, Melania Mazzucco, Edoardo Nesi, Francesco Piccolo e Walter Siti; autori-simbolo di diversi generi letterari, come Carlo Lucarelli, impegnato in una lectio sugli intrighi italiani, e il re del romanzo storico Valerio Massimo Manfredi; protagonisti dell’ultima stagione in libreria come Paolo Cognetti e Giuseppe Culicchia; giovanissime autrici emerse dal vivace mondo di Internet (Cristina Schiperi, Sofia Viscardi, Sabrynex, e la Fiera dedicherà anche un focus al fenomeno youtubers). Anche in questo caso, l’elenco potrebbe proseguire per molte pagine: con Gianrico Carofiglio, Teresa Ciabatti, Mauro Corona, Mauro Covacich, Sandrone Dazieri, Mario Desiati, Antonio Pascale, Simona Vinci e molti altri.

Una delle maggiori novità di Tempo di Libri risiede nella natura dei suoi appuntamenti: potranno essere legati a pubblicazioni recenti, ma sono sempre stati costruiti in modo da permettere agli autori di uscire dalla gabbia della semplice presentazione editoriale: liberi di incontrarsi e confrontarsi su argomenti d’attualità, fatti storici, temi caldi di discussione nella società. Da questa impostazione nasceranno spesso soluzioni inedite: per i contenuti, per gli abbinamenti degli ospiti, per gli incroci e le sperimentazioni di linguaggio. Marcello Fois e Michela Murgia, per esempio, racconteranno in modo del tutto nuovo la straordinaria avventura culturale di Grazia Deledda; Chiara Gamberale e Luis Sepúlveda si confronteranno con il pubblico in una riflessione sull’importanza delle favole nella società contemporanea; e ci saranno ospiti che si presenteranno in più vesti diverse, come Licia Troisi, che incontrerà i visitatori sia come autrice di bestseller fantasy venduti in tutto il mondo che come appassionata astrofisica.

Un’altra prerogativa della Fiera che emerge dal programma disponibile sul sito sono i tributi. Saranno numerosi, tutti di grande qualità e tutti costruiti in modo da rispettare fedelmente lo schema dell’alfabeto. Alla lettera J, per esempio, brillerà il mito intramontabile di Jane Austen, che – a 150 anni dalla morte – sarà al centro di quattro ritratti d’autrice, firmati da narratrici d’eccezione come Sophie Kinsella, Clara Sanchez, Simonetta Agnello Hornby e Sveva Casati ModignaniConcita De Gregorio omaggerà l’artista francese Dora Maar, Melania Mazzucco la fotografa svizzera Annemarie Schwarzenbach, Marco Belpoliti lo scrittore Primo Levi, mentre Filippo Timi festeggerà il settantesimo compleanno di Stephen King con un reading mozzafiato basato sulle pagine del romanzo Shining. Altre lettere dell’alfabeto saranno interamente consacrate al ricordo di Totò (la T) e dell’architetto Zara Hadid (la Z). Inoltre un ciclo di appuntamenti speciali racconterà l’exploit di quegli autori diventati famosi dopo la morte: si chiamerà Presenti/Assenti e raccoglierà approfondimenti sul fenomeno editoriale dell’anno Kent Haruf, su Mario Benedetti, su Lucia Berlin, sull’illustratore per ragazzi Richard Scarry.

Un filone di appuntamenti molto ricco sarà quello riservato alla divulgazione scientifica. A Tempo di Libri si potrà incontrare e ascoltare la testimonianza della biologa e senatrice a vita Elena Cattaneo, del fisico e direttore dell’Istituto Italiano di Tecnologia Roberto Cingolani, si parlerà delle ricerche d’avanguardia nella lotta contro i tumori con Patrizia Paterlini-Bréchot, delle nuove frontiere della genomica con la giornalista Anna Meldolesi, di vaccini con Roberto Burioni e di neurobiologia vegetale con Stefano Mancuso (protagonista di uno degli eventi con cui Tempo di Libri festeggerà l’Earth Day). Ma ogni lettera, ogni incontro, ogni ospite apriranno nuove direzioni e accenderanno stimolanti suggestioni: dal futuro dell’architettura (con Gianni Biondillo) alla meraviglia dell’arte (con Philippe Daverio), dalla riflessione sulla politica (con tanti ospiti, tra cui il Presidente della Camera Laura Boldrini, l’ex-Presidente del Consiglio Enrico Letta e l’ex-sindaco di Milano Giuliano Pisapia) ai focus su grandi avvenimenti storici e sportivi accomunati dal numero 100 (il centesimo anniversario dalla Rivoluzione Russa e la centesima edizione del Giro D’Italia). Tempo di Libri sarà una Fiera che racconterà il nostro tempo, il presente: della letteratura, dell’editoria e della società. Per questo sarà anche una Fiera con tanti giornalisti: a cominciare dai quattro direttori dei principali quotidiani italiani protagonisti di una importante tavola rotonda sulla centralità delle pagine e dei dorsi culturali per i quotidiani (Mario Calabresi, Luciano Fontana, Maurizio Molinari e Guido Gentili) e proseguendo con Lirio Abbate, Francesca Borri, Toni Capuozzo, Tommaso Cerno, Marta Cervino, Ferruccio de Bortoli, Emiliano Fittipaldi, Alan Friedman, Peter Gomez, Gabriella Grasso, Domenico Quirico, Michele Serra, Beppe Severgnini, Luca Sofri, Alessandra Tedesco, Maria Elena Viola, Diego “Zoro” Bianchi.

Nei tanti incroci previsti tra formati, linguaggi e declinazioni editoriali, ci saranno attori (Fabrizio Gifuni, Gabriele Lavia), conduttori e personaggi televisivi (Daria Bignardi, Claudio Bisio), fumettisti, illustratori e maestri della satira (Tullio Pericoli, Vauro, Zerocalcare, il canadese Guy Delisle, Roberto Recchioni, sceneggiatore di Dylan Dog, nello spazio per i ragazzi). E ci sarà tanta musica, sempre riletta e reinterpretata secondo l’approccio della Fiera: a Tempo di Libri sarà possibile incontrare Francesco Gabbani (l’artista che dal palco del Festival di Sanremo ha fatto ballare tutta l’Italia) ma anche Alejandro “Papu” Gomez (il calciatore dell’Atalanta che, complice un video su YouTube, sta facendo ballare tutto il web). E ci saranno – nelle vesti di autori – Federico Zampaglione dei Tiromancino, la manager Paola Zukar (vera e propria memoria storica del rap italiano), Riccardo Fogli, Mathias Malzieu dei francesi Dyonysos, il direttore d’orchestra Peppe Vessicchio.

Sul sito si potrà consultare l’elenco completo degli appuntamenti di tutte e quattro le sezioni della Fiera. Oltre al programma generale (curato da Chiara Valerio), dunque, si potrà esplorare la ricca proposta dei programmi ragazzi (a cura di Pierdomenico Baccalario), professionale (Gianni Peresson) e digitale (Nina Klein). Altre rotte si apriranno quindi alla navigazione degli utenti. Nello spazio dedicato ai ragazzi, il ventaglio va dalle iniziative pensate per i più piccini e per i loro genitori (in collaborazione con Nati per leggere) a quelle per gli studenti delle scuole primarie e secondarie. Anche in questo caso ci saranno grandi ospiti stranieri (oltre a RJ Palacio, David Almond, Aidan Chambers, Peter Kuper), tantissimi autori italiani e soprattutto una fitta serie di workshop, laboratori e iniziative studiate per mettere i giovani lettori a contatto diretto con tutte le fasi in cui nasce un libro. Non mancheranno i personaggi più amati dai ragazzi, a cominciare da quel Geronimo Stilton che ogni mattina curerà una particolare rassegna stampa di notizie “troppo belle per essere false”. Nel programma professionale spiccano le approfondite analisi dei diversi segmenti di mercato (librerie, ebook, grande distribuzione, edicole…) e dei diversi tipi di lettori (compresi i “non-lettori”), gli approfondimenti su figure chiave della filiera come i traduttori e i revisori editoriali, gli appuntamenti dedicati al confronto con altri settori dell’industria editoriale e dello spettacolo (musica, audiovisivi, videogiochi). Sempre dedicato ai professionisti sarà il MIRC – Milan International Rights Center, un grande spazio riservato all’incontro tra i professionisti dell’editoria nazionale e internazionale in cui lavoreranno oltre 386 operatori, provenienti da 33 paesi. La caratteristica forte del programma digitale sarà invece la trasversalità. Non sarà ospitato in un luogo preciso della Fiera, ma si intreccerà con tutti gli altri percorsi, attraverso una serie di iniziative che animeranno gli stand, il Caffè Letterario e gli altri luoghi di Tempo di Libri: ci saranno happy hour sulla cittadinanza digitale, speed date per start up, presentazioni di premi sull’innovazione, letture al buio, social wall e altri appuntamenti incentrati sull’accessibilità al libro (in tutte le sue forme: dall’analogico al digitale).

Tempo di Libri non sarà solo una Fiera di libri. Come dimostra la ricchezza del suo programma, gli appuntamenti spazieranno dal recupero di antichi volumi preziosi (nello stand Aldus) all’analisi delle nuove frontiere aperte da ebook, audiolibri, letture su web e contaminazioni narrative transmediali. Un’apertura che è conformata dai tanti appuntamenti organizzati da altri protagonisti del mondo dell’editoria e della cultura in Italia. In Fiera saranno presenti con stand personalizzati e cicli di eventi tutti gli inserti letterari dei principali quotidiani italiani: la Lettura Corriere della Sera, Robinson la Repubblica, TuttoLibri La Stampa. Inoltre ci saranno cicli di incontri e laboratori organizzati da Il Post, Rivista Studio, Nuovi Argomenti, Donna Moderna, Topolino, Pagina 99, Sale&Pepe, Focus Junior, Focus Pico, Icon Design, TheFlr arrivando fino al provocatorio mix di satira e news di Lercio.it. Anche ilLibraio.it avrà un suo stand, che ospiterà la redazione e racconterà in diretta la manifestazione sui social network. Un altro filone parallelo sarà quello degli eventi organizzati in collaborazione con molti grandi festival culturali e letterari italiani: a Tempo di Libri ci saranno Lucca Comics & Games, Isola delle Storie Gavoi, Festival della Mente di Sarzana, pordenonelegge, Lezioni di Storia, #FLA Pescara Festival e molti altri. Infine, nella copertura delle grandi eccellenze italiane, non poteva mancarne una che è invidiata in tutto il mondo: la cultura del cibo. Questa sarà rappresentata da numerosi incontri nel programma generale (con chef e ospiti famosi come Antonino Cannavacciuolo) e da un grande spazio enogastronomico di 700 metri quadrati riservato, Tempo di Libri A Tavola, in cui si terranno incontri, laboratori di cucina e momenti di degustazione.


C’è un ultimo grande blocco di iniziative che gli utenti di www.tempodilibri.it troveranno disponibile sul sito: gli appuntamenti del Fuori Tempo di Libri a Milano città e nella sua Città Metropolitana. Quando scende il sole, Tempo di Libri proseguirà infatti in città e nella provincia, grazie alla collaborazione di decine di realtà locali (bar, ristoranti, circoli, teatri, musei, librerie e biblioteche con aperture straordinarie, gli aeroporti di Malpensa e Linate con un esperimento di bookcrossing). Anche in questo caso, l’appassionato di libri e lettura potrà dunque costruirsi un ricchissimo percorso, inseguendo le proprie passioni personali: passando dall’incontro con Fleur Jaeggy al Centro Svizzero ai grandi eventi in esclusiva per la prima edizione di Tempo di Libri in collaborazione con RadioCity – Diego Bianchi “Zoro” con il suo Zoro Live con tutta la banda di Gazebo di Rai3 (Makkox, Marco Damilano e Andrea Salerno) e Webnotte condotto da Ernesto Assante e Gino Castaldo, con ospiti scrittori e cantanti tra cui Piero Pelù, Samuel, Manuel Agnelli, Michele Bravi, Federico Zampaglione e Max Paiella, dalle letture di classici romanzi a sfondo milanese al Teatro Elfo Puccini con Radio3 alla festa per i 60 anni di Bollati Boringhieri al Planetario, da un musical a una cena d’autore fino a 23. Resistenze. Come la radio e i libri aiutano a resistere, una grande maratona di letture con scrittori e dj musicate in diretta da Saturnino.