Pagine

mercoledì 6 novembre 2013

Racconti Perduti, edizione Bompiani 2013


Racconti Perduti
di J.R.R. Tolkien
Traduzione di Cinzia Pieruccini
Bompiani, Milano, 2013, pp. 436
Illustrazione di copertina di Polystudio
Brossura

Quarta di copertina

Il ciclo dei racconti di J.R.R. Tolkien rappresenta la prima opera di grande respiro dello scrittore inglese. Racconti perduti, che fa seguito a Racconti ritrovati, è il secondo volume che Christopher Tolkien ha ricavato dai vecchi quaderni appartenuti al padre. Alcune di queste storie si richiamano direttamente a testi più noti come Il Silmarillion, mentre altre esistono solo come traccia o appunto. Fra le vicende riunite nel presente volume spiccano “Il racconto di Tinúvel”, l’intreccio d’amore tra la figlia del re degli Elfi e lo Gnomo Beren e “Turambar e Foalóke”, racconto in cui l’eroico Úrin resiste al malvagio Melko. Ma si trovano anche piccole perle come la storia di come Úrin recuperò un tesoro dal quale sono nati splendidi gioielli, fra cui la favolosa ma nefasta Collana dei Nani, che contiene il Silmaril di Beren. Le storie qui raccolte sono arricchite dai commenti e dalle note di Christopher Tolkien, che accrescono il valore di una pubblicazione che rappresenta una pietra miliare nella narrativa fantasy. Insieme a Racconti ritrovati, questo libro forma il primo volume dell’opera monumentale di Tolkien.