Pagine

venerdì 10 ottobre 2014

Tolkien at Exeter College di John Garth, 2014


Tolkien at Exeter College
How an Oxford undergraduate created Middle-earth is the definitive account of J.R.R. Tolkien's life as an undergraduate at Exeter College, Oxford, from peacetime into war.
di John Garth
Exeter College, Oxford
1° ed. 2014, pp. 64
40 illustrazioni
Brossura

Contenuti

Preface
Introduction

Part one: Peace
1. Ancient and modern
Earlier life
2. ‘Lordly, apolaustic, and haughty’
Oxford and the wider world
Apolausticks and others
3. ‘Follyand slackness’
4. Exit Agamennon
5. Enter Beowulf
6. ‘Hooliganism and uproar’
7. A long-expected party
Tolkien on Francis Thompson

Part two: War
8. ‘Troops on the Turl’
9. ‘The Story of Kullervo’
The original twerp
10. Spelling it out
Strange rituals
11. ‘A tremendous opening up’
12. Tolkien at war
13. Armistice and absent friends
Last words from the Western Front
Survivors
14. Tolkien’s legacy
15. A Lost Tale at Exeter College

Further reading and key to short titles used in the text
Other works consulted

Some jargon

Acknowledgements

John Garth è da considerarsi tra i più importanti biografi di Tolkien oggi in circolazione. Inglese, vive a Oxford, ha studiato English Language and Literature al St Anne’s College di Oxford, ha poi seguito la carriera del giornalismo e della scrittura lavorando per 13 anni sul London Evening Standard e sei anni come freelance. Negli ultimi anni ha scritto recensioni di libri su The Daily Beast, The Times, The Observer, The Sunday Telegraph, The London Evening Standard, The Times Literary Supplement.

Autore del celebre volume biografico Tolkien e la Grande Guerra, che vince nel 2004 il Mythopoeic Award, tradotto in diverse lingue compreso in italiano e ora questo splendido libretto che nasce da un testo pubblicato nel 2006, scritto per la conferenza Tolkien tenutasi a Exeter College di Oxford, rivisto e ampliato tra il 2013 e il 2014.

Scrive Garth:

«Tolkien all'Exeter College. Come un universitario di Oxford creò la Terra-di-mezzo" è il racconto di J.R.R. Tolkien come studente all'Exeter College, dalla pace alla guerra. È anche il racconto di come egli creò in prima istanza il suo mondo mitologico tra 1914 e 1915.
Ricco di materiale d'archivio e aneddoti originali su Tolkien - alcuni mai visti prima - Tolkien all'Exeter College è una lettura essenziale per chiunque sia interessato a Tolkien, a Oxford e alle storie della Gran Bretagna e della Terra-di-Mezzo.»

Nel 1914, Tolkien partecipò e non solo, contribuì a organizzare le celebrazioni per il sesto centenario della fondazione dell’Exeter College a Oxford. A cento anni esatti, e a settecento anni dalla sua fondazione, il College oxoniense ha deciso di celebrare uno dei suoi più famosi studenti con un libretto che contiene anche molte fotografie inedite. Un’occasione unica anche perché quest’anno ricorrono i cento anni dalla creazione del suo mondo come ben raccontato dallo stesso John Garth in un articolo sul suo blog personale e tradotto ottimamente da Elena Sanna su Tolkien Italia Network.

L'eccezionale lavoro di ricerca e di studio di John Garth colma un aspetto della vita di Tolkien ancora inedito portando alla luce molti aspetti del giovane Ronald alle porte del primo conflitto mondiale. Molto interessante le notizie sulle letture e gli studi sul Beowulf e sul Kalevala, con la storia di Kullervo - su cui ho lavorato negli ultimi tempi - così come le immagini inedite di vita quotidiana come quelle durante una partita di Rugby del 1914 o i collegamenti tra Tolkien e i suoi coetanei. Il volume è rivolto allo studioso esigente ma anche al quel lettore curioso di conoscere meglio Tolkien e le origini del suo meraviglioso mondo. Impossibile non considerarlo tra le fonti primarie per lo studio di J.R.R. Tolkien.

Il volume è stato venduto durante l’evento annuale della Tolkien Society, e di cui mi onoro esser membro, l’Oxonmoot, e al momento è disponibile solo presso il College inglese oppure ordinabile solo dagli ex-studenti dell'Exeter College. 
Ma vi è anche una possibilità, quella di acquistarne una direttamente sul sito web dell'autore.


La mia copia riporta una dedica di John Garth con il quale mi onoro di condividere un progetto che a breve vedrà la luce.