Pagine

sabato 14 novembre 2015

Der kleine Hobbit, edizione tedesca DTV, 1994


Der kleine Hobbit
di J.R.R. Tolkien
Traduzione di nWalter Scherf
DTV (Deutscher Taschenbuch Verlag), Monaco
2° ed. 1994, pp.443
Illustrazione della mappa di Juliane Hehn-Kynast
Illustrazione di copertina di J.R.R. Tolkien
Brossura


C'è una storia quasi fiabesca su come The Hobbit, il famoso libro per bambini di J.R.R. Tolkien pubblicato nel 1937 in Inghilterra, è uscito nella sua prima e autorevole traduzione tedesca. Erano gli inizi degli anni Cinquanta durante una festa in Bassa Sassonia quando l’artista inglese Horus Engels, la sera accanto al fuoco, traduceva liberamente alcuni passaggi dello Hobbit. Ad ascoltarlo lo scrittore ed editore Walter Scherf (1920 - 2010). Rivolgendosi a quest’ultimo, Engels osservò come vi fosse “la necessità di tradurlo in tedesco”. Il 21 luglio 1946, Engels aveva scritto a Tolkien sulla possibilità della traduzione in tedesco e il Professore di Oxford gli rispose indirizzandolo al suo editore Allen and Unwin. Engels gli rispose con una lettera arricchita con alcune sue illustrazioni – che Tolkien definirà in una lettera al suo editore inglese come troppo “Disneyane” per i suoi gusti - e con la speranza di avere presto una traduzione tedesca delle avventure di Bilbo. Negli anni Cinquanta poi, la possibilità di un’edizione tedesca presa forma dopo dei contatti con Tolkien e i suoi editori Allen and Unwin e un viaggio tenuto dallo stesso Scherf in Inghilterra.
La seconda guerra mondiale era finita da poco anni e gli editori inglesi vollero capire quanto Scheirf fosse libero dall’ideologia nazista e quindi meritevole di portare in Germania The Hobbit. In questo contesto, l'editore Sir Stanley Unwin lo introdusse nell’alta società britannica e lo invitò a trascorrere un fine settimana nella sua casa di campagna stringendo una forte amicizia fino ad arrivare ll’incontro con Tolkien.
Lo Hobbit fu tradotto in Germania nell’aprile Come Walter Scherf Gran Bretagna di nuovo a sinistra, al fine di aprire in casa, ha avuto l'incoraggiamento di tutti i traduttori e il contratto in tasca. > Lo Hobbit Internationalen Jugendbibliothek
). La prima stesura era completata già nel 1956, completandola il 30 giugno 1957 e inviandola all’editore il 16 luglio dello stesso anno. Il libro uscì per la Paulusverlag Recklinghausen, dove Scherf aveva precedentemente lavorato come docente, con il titolo Kleiner Hobbit und der große Zauberer (Il piccolo Hobbit e il grande mago) con illustrazioni di Horus Engels. Il mago Gandalf illustrato in copertina assomigliava moltissimo a Scherf e questo fu l’omaggio dell’illustratore al traduttore ed editore.
La prima edizione DTV della traduzione di Scherf apparve nel novembre 1974 con il titolo Der kleine Hobbit.
[info]